Ruth Ann FREDENTHAL

(Detroit 1938)

 
 

Ruth Ann Fredenthal nasce a Detroit (Michigan) nel 1938. La passione per l'arte sboccia alla tenera età di 3 anni, quando decide di diventare un'artista.

Figlia di due artisti: David Fredenthal, un acquarellista, e Miriam Kellogg, una tessitrice; i genitori si incontrano alla Cranbrook Academy of Art quando sono ancora studenti.

La precoce esposizione alla musica classica ha un forte impatto sulla sua formazione; i suoi genitori amano infatti ascoltare Bach, Prokofiev, Debussy e Brahms. Inoltre, la madre suona il piano ogni sera per farla addormentare.

La passione per la musica è accompagnata dai disegni che la Fredenthal inizia a fare sin da bambina; la campagna incontaminata del New England rappresenta infatti una grande fonte di ispirazione.

Pochi anni dopo, la madre regala a lei e al fratello Robin due libri di riproduzioni dei quadri più importanti della storia dell'arte, soprattutto del periodo del Rinascimento. Studiando i dipinti di Tiziano, Raffaello, Memling e Poussin inizia ad adottare alcune strutture classiche anche ai suoi primi disegni.

Dopo essersi diplomata in un collegio, si iscrive al Bennington College dove studia con Paul Feeley e Tony Smith. Paul Feeley, in particolare, fa un uso delle linee curve particolarmente affine allo stile della Fredenthal e rappresenterà per lungo tempo uno degli artisti viventi con la maggior influenza sulla sua pittura.

Il Bennington College attrae molti artisti e critici d'avanguardia, come ad esempio David Smith e Lawrence Alloway, con cui la Fredenthal instaura un buon rapporto di amicizia.

Negli stessi anni, vince inoltre una borsa di studio alla Yale Norfolk Summer School.

Una volta laureata, vince la borsa di studio Fulbright per la pittura, grazie alla quale ha l'opportunità di recarsi a Firenze per un anno. Una volta in Italia, ha finalmente la possibilità di ammirare dal vivo quei quadri che l'avevano così affascinata da bambina.

Sin dall'inizio della sua carriera, predilige uno stile classico rispetto all'arte più contemporanea, optando da sempre per la pittura ad olio su tela.

La sua ricerca delle micro- tonalità di colore puro, e la loro sottile quanto complicata relazione, da sempre rappresentano un tema centrale della sua produzione.

Indubbiamente, la tecnica che utilizza è molto scientifica: comincia dalla scelta del formato, il quadrato e da quella del lino, un lino di provenienza belga solitamente usato dai restauratori per foderare le opere antiche, fino ad arrivare alla stesura del colore.

Il risultato finale è strabiliante. La superficie dipinta, data dai molteplici strati di colore sembra sparire e aprire la visione ad uno spazio indefinito come afferma Giuseppe Panza in Ricordi di un collezionista, uno dei primi estimatori della pittura di Ruth Ann Fredenthal.

Oggi, Ruth Ann Fredenthal vive e lavora a New York. Le sue opere fanno parte di alcune importanti collezioni pubbliche in tutto il mondo: Albright-Knox Art Gallery, Buffalo; Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto; Museo di Villa Panza, Varese; Museo Cantonale, Lugano.

1980

The Clocktower; 10-year Retrospective, Institute for Art & Urban Resources, PS 1, New York

1981

Small Paintings, Park-McCullough House, North Bennington, Vermont

1989

Vera Engelhorn Gallery, New York

1993

Recent Paintings, New York, Stark Gallery

1994

Works on Paper 1974-77, Stark Gallery, New York

1995

New Paintings, Stark Gallery, New York

1998

Recent Paintings, Stark Gallery, New York

1999

Ruth Ann Fredenthal. Paintings, Galleria Valeria Belvedere, Milano, Italia

2000-2001

Ruth Ann Fredenthal Paintings, Borromini Arte Contemporanea, Ozzano Monferrato, Italia

2002

New Paintings, Chelsea, New York, Stark Gallery

2004

Le Forme del Silenzio, Aganahuei Arte Contemporanea, Alba, Italia

2008

Ruth Ann Fredenthal. Quadri, ArteSilva Contemporanea, Seregno (Milano), Italia

2008-2009

Ruth Ann Fredenthal. Quadri, Galleria Michela Rizzo, Venezia, Italia

2019

Ruth Ann Fredenthal - Paintings, Larry Becker Contemporary Art, Philadelphia

MOSTRE COLLETTIVE

1972

Suffolk Museum and Carriage House, Long Island City, New York

1973

Contemporary Reflections, Aldrich Museum of Contemporary Art, Ridgefield, CT

Work from the Aldirich Collection, Herbert Lehman College, City University of New York, New York

Women Choose Women, The New York Cultural Center, New York

1974

Bykert Downtown, New York,

Color-Four Artists, Landmark Gallery, New York,

1975

Outdoors- Indoors, Recent Work, Buecher & Harpsichords, New York

Collectors of the Seventies – Part III. The Collection of Milton Brutten & Helen Herrick, P.S. 1, New York, The

Institute for Art and Urban Resources at the Clocktower, New York

1976

Buecker & Harpsichords, New York

1977

S Curves and Ellipses, Buecker & Harpsichords, New York

Collection in Process, (Collection Milton Brutten & Helen Herrick), Moore College of Art,Philadelfia

1978

In the Realm of the Monochromatic, a cura di Michael Walls, Susan Caldwell Gallery, New York;

Renaissance Society of the University of Chicago

State University of New York at Stony Brook, a cura di Lawrence Alloway, New York

Bertha Urdang Gallery, New York

1979

Small Works, a cura di Ann Lauterbach, Art Latitude Gallery, New York,

1980

Buecker & Harpsichords, New York

1981

The Big Picture: Major Paintings, Buecker and Harpsichords, New York

1982

Buecker & Harpsichords, New York

537 Artworks, Works on Paper, New York

Made in New York, Andre Zarre, New York

Studio 99 Gallery, West Hampton Beach, New York

1984

AIR Gallery, New York

1985

AIR Gallery, New York

Attitude Art Gallery, New York

1986

Twelve Plus, PMW Gallery, Stamford, CT

1987

Rigor, a cura di Stephen Westfall, John Good Gallery, New York

1988

Underknown in New York, Hunter College, Leubsdorf Gallery, New York

1990

Vera Engelhorn Gallery, New York

1992

Painting, Stark Gallery, New York

1992-93

Avanti Galleries, New York

1994

On Paper, The Sculpture Center, New York

1995

Donazione Panza di Biumo, Museo Cantonale d'Arte, Lugano, Svizzera,

1996

La Collezione Panza di Biumo. Artisti degli anni '80 e '90, Museo d'Arte Moderna e Contemporanea di Trento

e Rovereto, Palazzo delle Albere, Trento, Italia

1997

Drawing from Life, Stark Gallery, New York

Satellite Gallery, Bridge, Long Island City, New York,

1998-2003

La Collezione Panza di Biumo. Artisti degli anni '80 e '90,Palazzo Ducale, Gubbio, Italia

1999

Then and Now, a cura di Theresa Chong (catalogo), The Work Space, New York

2000

La Collezione Panza di Biumo, Museo Litta Panza, Villa Menafoglio, Varese, Italia

2002

La collezione Panza di Biumo, 10 anni di prestito, Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Trento e

Rovereto, nuovo MART, Rovereto, Italia

2004

Italia, Storie di Colore, a cura di Angela Madesani, Villa Lagarina (Trento)

Lucidamente, a cura di Giorgio Bonami, Porto Venere, Italia

2005

Living Gray, Kari Ernst Osthaus-Museum der Stadt Hagen, Hagen, Germania,

2008

The Panza Collection: An Experience of Color & Light, Albright-Knox Gallery, Buffalo, NY,

2010

Omaggio a Giuseppe Panza di Biumo, Museo d'Arte di Lugano, Lugano, Svizzera

2013-2014

In Daylight – Small Paintings, Larry Becker Contemporary Art, Philadelphia, PA

2015

The Perception of the Future: The Panza Collection at Perugia, Galleria Nazionale dell'Umbria, Museo Civico

di Palazzo della Penna, Perugia, Italia

2017

COLOR as attitude. Ruth Ann Fredenthal, Winston Roeth, Phil Sims, Osart Gallery, Milan

2018

AS UNDER THE EVENING LIGHT, Larry Becker Contemporary Art, Philadelphia

2018 - 2019

DUE O TRE DIMENSIONI INFINITE, Ruth Ann Fredenthal, Riccardo Guarneri, Lucio Pozzi, Saverio Rampin,

a cura di Davide Ferri, Michela Rizzo Gallery,Venezia

2019

BY THE LIGHT: A SUMMER EXHIBITION IN PHASES, Larry Becker Contemporary Art, Philadelphia